LOMBARDIA ZONA ROSSA

Misure urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del COVID-19 (decreto-legge)

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del COVID-19.
In considerazione della maggiore diffusività del virus e delle sue varianti e in vista delle festività pasquali, al fine di limitare ulteriormente le possibili occasioni di contagio, il provvedimento stabilisce misure di maggiore intensità rispetto a quelle già in vigore.

Le principali misure in vigore dal 15 marzo 2021 sono:

SPOSTAMENTI consentiti solo all’interno del Comune solo per comprovati motivi di lavoro, urgenti o di salute (giustificati con l’autocertificazione) dalle 5.00 alle 22.00.

-Vietato recarsi presso altre ABITAZIONI PRIVATE

– Vietato raggiungere le SECONDE CASE

– Chiuse le SCUOLE di ogni ordine e grado comprese le scuole dell’infanzia ed elementari, nidi e micronidi. Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali. Permane la sospensione dell’attività in presenza nelle università

– Chiusi NEGOZI al dettaglio, salvo rivenditori di prodotti di prima necessità (Solo una persona per nucleo famigliare negli esercizi commerciali)
Restano le chiusure previste per i centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi.
Sono chiusi i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari.
Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie.

-Chiusi i PARRUCCHIERI, BARBIERI ed i CENTRI ESTETICI

– Chiusi BAR E RISTORANTI ( Bar: asporto consentito fino alle 18.00,  Ristoranti: asporto consentito fino alle 22.00). La consegna a domicilio è sempre consentita

-Le funzioni religiose con la partecipazione di persone si possono svolgere, purché nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo con le rispettive confessioni.

Non è consentito l’utilizzo delle aree attrezzate per gioco e sport.

ATTIVITÀ MOTORIA consentita solo nei pressi della propria abitazione mantenendo il distanziamento interpersonale di 1 mt ed utilizzando le protezioni per le vie respiratorie.

ATTIVITÀ SPORTIVA è possibile solo all’aperto e in forma individuale e può essere svolta, con l’osservanza del distanziamento interpersonale di almeno due metri e del divieto di assembramento.  Non è praticabile all’aperto presso centri o circoli sportivi.

Nei giorni delle festività pasquali del 3, 4 e 5 aprile 2021, sull’intero territorio nazionale si applicheranno le misure stabilite per la zona rossa. In tali giorni, nelle zone interessate dalle restrizioni, gli spostamenti verso altre abitazioni private abitate saranno possibili solo una volta al giorno, tra le ore 5.00 e le 22.00, restando all’interno della stessa Regione.